VIAGGI

CAMBOGIA : Isola di Koh Rong un paradiso da salvare

IMG_7285Koh Rong Cambogia

Attirato dalle recensioni lette in giro per il web ho deciso di concludere il mio viaggio in Cambogia con un po di relax sull’ isola di Koh Rong .

COME ARRIVARE:

Situata vicino al confine con la Thailandia nel golfo del Siam, si può raggiungere dalla capitale Phnom Penh prendendo un taxi  (50$ dollari) fino a Sihanoukville (6 ore di tragitto) da dove si prendono le barche dirette nelle isole. Per arrivare a Koh Rong i collegamenti navali sono molteplici, ma tutti tra il mattino e il primo pomeriggio, importante per chi vuole andare direttamente sull’isola senza soffermarsi a Sihanoukville. I traghetti sono più economici e indicati per chi soffre il mal di mare ma impiegano 2 ore per arrivare, mentre  la barca veloce (speed boat) impiega 40 minuti .

In realtà le isole sono due : la più grande Koh Rong dove sono presenti più strutture ricettive e ,la più piccola Koh Rong Samloem ,meno sviluppata e con servizi basilari, la conformazione è la stessa per entrambe: foreste lussureggianti nell’ entroterra con assenza di strade asfaltate e lingue bianchissime di sabbia soffice bagnate da un mare trasparente.

DOVE DORMIRE:

L’offerta delle strutture ricettive presenti é per tutte le tasche: sulla spiaggia principale  Koh Tuigh Beach,dove si trova il molo d’attracco delle imbarcazioni che arrivano da Sihanoukville e dalla sottostante Ko Rong Sanloem,  ci sono gli alloggi più economici adatti ai viaggiatori zaino in spalla e a chi cerca un animata vita notturna. Dall’altro lato sono presenti invece le spiagge più tranquille come Long Beach o Soksan Beach che offrono entrambe strutture per tutti i budget.

koh-rong-map

Io ho alloggiato al Sok San Beach Resort prenotando le prime tre notti in offerta da Agoda (70$ doppia con colazione) prolungando il soggiorno di altre tre notti direttamente dall’albergo concordando per la stessa tariffa pagata precedentemente. La struttura é in legno come anche i bungalow che sono puliti e essenziali con aria condizionata e bagno in muratura. I servizi in generale sono  buoni la connessione wii-fi un pò lenta sopratutto nelle camere ma, non è strettamente necessaria per godersi a pieno quest’isola. La colazione a buffet é buona con tanta offerta di dolce e salato, possibilità di pranzare e cenare in struttura a prezzi decisamente alti rispetto alla media cambogiana.

L’hotel offre il servizio di barca andata e ritorno da Siahnoukville con una speed boat di proprietà per 25$ a persona a tratta, per prenotarlo bisogna spedire una mail info@soksanbeachresort.com vi risponderanno indicando anche gli orari e le indicazioni per raggiungere il molo di attracco.

IMG_0401
Sok San Beach Koh Rong

Consiglio di noleggiare uno scooter nel paese vicino, 10 minuti a piedi che per 7$ vi permetterà di raggiungere anche le altre spiagge dell’isola attraverso strade sterrate in mezzo alla foresta. Al ritorno fermatevi a mangiare in uno dei ristorantini sulla spiaggia non aspettatevi grandi cose ma é caratteristico, c’é anche un ristorante italiano su palafitta per chi avesse nostalgia della pizza o della pasta, semplice carino e accogliente.

CONCLUSIONI

Un piccolo paradiso che si sta sviluppando troppo velocemente e la popolazione che  lo abita non è ne pronta ne attrezzata per far fronte al massiccio flusso turistico che nei prossimi anni transiterà in questo arcipelago. Uno dei problemi principali che ho potuto vedere con i miei occhi è la plastica provenente dalla terraferma che le maree portano costantemente sulla spiaggia, i pezzi dove ci sono le strutture ricettive vengono puliti ma il resto rimane sulla battigia. Un vero peccato vedere un posto meraviglioso già inquinato nonostante sia ancora vergine, senza strade e con poche strutture ricettive. Spero che il governo prenda dei provvedimenti seri per salvaguardare quest’area, una perla che non ha niente da invidiare alle più rinomate isole della vicina Thailandia.

 

 

 

 

Leave a Comment